Stadioradio

Domani a Castrovillari il primo memorial "Angela Ciraudo"

di Sandro Folino  | 19/04/2017 in " StadioRadio "
1094 letture | 0 commenti | 0 voti

 

 

TRIBUNA D'ONORE - Settore 1 Fila 6 Posto 83

E' l'accredito richiesto, pervenuto dal Cielo per permettere ad Angela, in permesso speciale, di essere presente alla sua festa, al suo ricordo voluto e dovuto da chi semplicemente non riesce a voltare pagina.


Al primo compleanno della sua nuova vita, Angela, dalla speciale residenza, ha chiesto ed ottenuto di poter "presenziare" al suo evento (scegliendo un posto che fa riferimento alla sua data di nascita) per far festa con i suoi amici: in campo con le stelle del calcio che proveranno a danzare col pallone (attenzionate dal giudizio della maestra) e fuori dal rettangolo di gioco con il suo gruppo al quale Angela proporrà qualche nuovo numero che solo gli angeli riescono ad interpretare.

All'evento sono stati invitati gli organi federali della LND, il presidente della associazione allenatori calabrese, Raffaele Pilato, numerosi allenatori, giocatori e presidenti di società della provincia cosentina, così come tanti ex giocatori rossoneri del passato, essendo Emiliano Ciraudo uomo di sport da più di 40 anni. All'evento presenzierà anche il Vescovo della Diocesi di Cassano all'Jonio, Monsignor Francesco Savino, che ha sin da subito sostenuto l'evento e soprattutto la nascita dell'associazione culturale che porterà il nome di Angela Ciraudo.


"Quando una persona che amiamo se ne va via per sempre, è difficile imparare a vivere con quel vuoto profondo che si spalanca all'improvviso. Non basta ripetersi che la vita continua e che non serve a nulla piangere. Non basta imporsi di non pensarci... Quel vuoto è lì. Come una ferita profonda, che pian piano cerchiamo di far cicatrizzare. Non basta premere il tasto "cancella" per far svanire tutti i ricordi che ci legano alle persone, elaborarne la perdita è un'operazione complessa. Solo poi si può tornare di nuovo alla vita, nonostante la sofferenza che resta, quando si capisce una volta per tutti che i ricordi sono solo ricordi. Solo poi, si può amare di nuovo. E ricominciare e riprendere a sorridere..."


Tags : ciraudo

barbiero

Inserisci qui il tuo commento