Stadioradio

Asd Vigor 1919 parla Saladino

di redazione  | 10/11/2017 in " Terza Categoria "
1079 letture | 0 commenti | 0 voti

Un bel progettino. Inizialmente ci guardavano con occhio perplesso. Quanto stanno facendo, con grande amore e dedizione, questi ragazzi-soci è davvero sorprendente, in considerazione della inesperienza nel settore”. E’ Antonio Saladino, classe 1990, che parla. In gol in quattro amichevoli su 5 (ma a Gimigliano, il gol di Ventura è scaturito da un suo colpo di testa ribattuto dal portiere ospite), alla prima di campionato due dei 4 gol della Vigor 1919 (4 – 2 sui Biancoverdi Lamezia) li ha firmati proprio Antonio Saladino, il terminale offensivo degli uomini di Chirumbolo e Notaris.

 

Sono cresciuto nel settore giovanile della Promosport Lamezia fino agli Allievi. L’under 18 l’ho saltata per passare in prima squadra nel campionato di Promozioneracconta Saladino - Ho avuto allenatori Morelli e Pullia. Poi ci fu il contatto con la Vigor Lamezia che trasferì due giovani alla Promosport, ma purtroppo incappai in una squalifica e l’esperienza si dissolse. Ripresi in prima categoria al San Pietro a Maida dove ho avuto allenatori Sestito e Cutrì, il primo di Catanzaro. Ho quindi girato in compagini di seconda e terza categoria. Tre anni fa a Iacurso vinsi il campionato”.

 

Vieni da un infortunio molto serio.

Nelle fila del PSG Calabria, prossima avversaria, due anni fa disputai due partite, prima di rompermi un crociato, un menisco con danni ai collaterali, al femore e alla tibia e la cartilagine tagliata. Sinceramente non so ancora oggi capire fino al punto dove posso spingermi. Mi succede di “guardarmi” la gamba, una cosa che mi viene naturale. Quando ci sono cambi di direzione sento qualcosina; quando salto in verità no. Sto cercando di riabituarmi”.

 

Il livello della Vigor1919 come ti sembra? Siamo una buona squadra sicuro. C’è una bella società alle spalle che ci assiste in tutto; due ottimi allenatori e si sta plasmando un bel gruppo fra noi giocatori. Aspetti che fanno la differenza in questa categoria. Rispetto ad altri riesco ad allenarmi con regolarità essendo ancora studente. Mi Laureo il 17 novembre in Economia Aziendale all’Università di Napoli”.

 

Sul profilo Facebook in una foto sei con l’ex centravanti della Juventus Llorente, dove spicca una notevole somiglianza..:Capitò a Reggio Emilia di trovarmi negli spogliatoi e feci alcune foto con dei giocatori bianconeri. Un putiferio! Da allora mi chiamano Llorente..”.

 

La somiglianza non è solo fisica e somatica, ma anche nel modo di giocare, ognuno evidentemente nella sua dimensione. Anche se per il fisico alto (195 cm) e magro ricordi di più il nostrano Caracciolo, bandiera del Brescia. “L’airone! Magari avessi fatto la sua carriera! Ancora oggi, avanti con l’età, fa la differenza in B. Eppure prima dell’infortunio, non ci si crederà, a me piaceva molto giocare la palla, ero più agile. Di testa solo qualche gol facevo. Adesso cerco di sfruttare di più questa caratteristica”.

 

La Parrocchia San Giovanni Calabria del presidente Don Gianni De Ronchi che squadra è?

Solida, rodata, bella squadra il PSG, come il Curinga (2-2 nel match di domenica scorsa), ma la più forte rimane, al solito, la Fortitudo Lamezia, che ha aggiunto allo zoccolo duro, rinforzi interessanti. Noi ce la giochiamo, partiamo un po’ dietro queste squadre già collaudate negli anni, ma stando con i piedi per terra, possiamo dire la nostra”.

Parola del ormai prossimo “dottor Saladino” e come si dice in gergo universitario, “In culo alla balena!” .

 

NOTIZIARIO. Tutti presenti (compresi gli infortunati a bordo campo) agli allenamenti di questa settimana con rinnovato entusiasmo ed una novità: la presenza dell’esterno sinistro alto, Silvio Bevilacqua (’94). Il nuovo tesserato al Nicastro (con allenatori Perri e Marotta), nei campionati di Promozione, aveva lasciato intravedere grosse potenzialità. Sarà già disponibile per la gara contro il PSG Calabria che si terrà domenica 12 novembre, alle 14.30 al Rocco Riga di S. Eufemia Lamezia.

INFERMERIA. Il difensore centrale Martucci ha ripreso a correre, ma avendo saltato la preparazione dovrà svolgere un lavoro di fondo e fra 15 giorni si potrebbe rivedere in campo; discorso simile per l’attaccante Celi; l’altro attaccante Esposito ne ha per ulteriori 20 giorni; Orlando e Notaris salteranno il prossimo impegno; infine torna disponibile il terzino sinistro Butruce.

UFFICIO STAMPA ASD VIGOR 1919


barbiero

Inserisci qui il tuo commento


23/01/18 11:49 , di Pincher Biancazzurro

Amantea-Luzzese


22/01/18 20:00 , di area51

Locri-Cotronei


22/01/18 16:23 , di amaranto

Il cammino per la D


22/01/18 13:26 , di amaranto

TotoDilettanti 2017-2018 on line


1

FIAMMA

1952
2

julianros80

1889
3

tonino61

1879
4

rteducci

1825
5

cosmo

1824
6

amaranto

1729
flash-repair
edilsud
copy center
copy center