Stadioradio

Il sanlucidano Le Pera premiato in campania

di SETTIMIO ALO'  | 21/06/2013 in " Non solo calcio " articolo con foto
1772 letture | 1 commenti | 0 voti

Antonio Le Pera, sanlucidano doc, da anni residente altrove per lavoro, Posturologo e Preparatore Atletico di alcune squadre di calcio professionistiche, prima in Campania (Cavese, Benevento) poi due anni col Taranto dei record di Davide Dionigi, ora per la Reggina Calcio è stato invitato e premiato in veste proprio di Posturologo e Responsabile della Prevenzione e sul Recupero degli infortunati, del club amaranto, “per il lavoro di prevenzione svolto, raggiungendo il minor numero di infortuni in Serie Bwin”. Un Gran Galà Professionisti del calcio campano, questa la prima edizione, tenutosi venerdì scorso a Pellezzano (SA). Una soddisfazione massima e personale per il nostro Prof. Le Pera un po di riflesso per tutta San Lucido, sportiva e non. Le Pera, classe 1975, sin dai primi calci, fulcro e bandiera, (assieme ad altri nomi dell’epoca) di una squadra e di una generazione di “calciatori”, di cui oggi si fa fatica a trovarne traccia. Centrocampista avanzato, a ridosso delle punte che nell’occasione sapeva segnare con frequenza; tecnica tiro forza fisica e grinta negli anni a San Lucido sono state le qualità e le prerogative che hanno consacrato Le Pera. Anni in cui il calcio locale era amato apprezzato senza discussioni e contenziosi, anni in cui chi giocava difendeva con cuore e passione i colori e la casacca che indossava, anni durante i quali da San Lucido sono passati e si sono affermati talenti e corazzieri. Ad Antonio Le Pera si affiancavano uomini veri prima e calciatori poi, da Piero Chianello a Giuseppe Iorio, da Antonello Piraino a Leverino Bruno, da Luca Pisani, il grande ineguagliabile portiere a Gianmarco Mantuano. Ma ancora, Pino Zimbaro, bomber Cannataro, Mele, D’Agostino, Roberto Mazza, Enzo De Rose, Biscardi, Giuseppe Provenzano, e l’elenco potrebbe proseguire. Quel San Lucido di allora, quella società vera di allora, era guidato e condotto dal simbolo calcistico per eccellenza del “pallone” locale, Mister Mario Provenzano. Un enorme augurio collettivo giunge a Le Pera con la speranza di proseguire e perseguire ancora nel raggiungimento di altri importanti e stimolanti obiettivi


Tags : -
Chindamo

Commenti degli utenti

...

settimio

21/06/13 16:39
a tutti coloro che ho dimenticato di citare...chiedo scusa......settimio alo'...

Inserisci qui il tuo commento