Stadioradio

Maxi squalifica a Fioretti, il calciatore "non sono razzista"

di Redazione  | 10/01/2019 in " Serie D gir. I "
2316 letture | 11 commenti | 0 voti


Una notizia passata alla ribalta nazionale quella della squalifica (10 giornate) comminata al calciatore del Castrovillari Simone Fioretti espulso domenica scorsa dal terreno di gioco per aver, secondo il giudice sportivo ed il direttore di gara Alessio Schiavon di Treviso,   "rivolto espressioni dal chiaro contenuto discriminatorio per motivi di razza all'indirizzo" di un calciatore di colore del Portici, nello specifico il difensore centrale classe 1994 Dembel Sall.

Una sanzione apparsa subito eccessiva e spropositata in virtù del fatto che la frase di Simone Fioretti in realtà sembra sia stata travisata dal direttore di gara. A dichiararlo a StadioRadio è stato lo stesso Fioretti "Sono cinque anni che gioco in Serie D e non ho mai avuto un'espulsione, tra l'altro ho tanti amici calciatori di colore e non ho mai avuto problemi con loro. Quella di domenica è stata esclusivamente una reazione al fallo che ho ricevuto.  Lo stesso Sall è rimasto meravigliato leggendo la decisione del giudice sportivo, mi ha contattato telefonicamente dicendomi che era dispiaciuto per l'accaduto e mi ha confermato che non si è sentito assolutamente offeso. Mi dispiace - ha dichiarato ancora l'attaccante di Soveria Mannelli - che questa notizia abbia avuto una eco così importante, la cosa è stata ingigantita un po' troppo per come sono andati realmente i fatti, inoltre essere additato come un calciatore che usa frasi razziste mi da enormemente fastidio in quanto non è mai stato un mio modo di agire. Spero inoltre - conclude il calciatore - che la squalifica mi venga ridotta, abbiamo già pronto il ricorso."

Nel frattempo anche sulla pagina facebook della società del Portici è stato pubblicato un post in merito alla vicenda dove la società scrive "Sall non si è sentito offeso dalla frase pronunciata dal calciatore Simone Fioretti, considerandola condizionata dalla foga di un momento caldo della partita. Inoltre Fioretti ha contattato Dembel, per chiarire la propria posizione e per allontanare qualsiasi dubbio sull’intento razzista della frase pronunciata."

foto di https://www.facebook.com/irriducibili.cittanovese/


Tags : castrovillari
Chindamo

Commenti degli utenti

...

piluke

10/01/19 23:46
Per carità come non credere a Fioretti? Nel 2019 parlar ancora di razzismo mi sembra assurdo anche perchè l'ideologia razzista e antisemita non è propria di paesi democratici e fin troppo ospitali come il nostro ma solo di frange estremiste di estrema destra per fortuna molto circoscritte e localizzate in alcuni casi. Detto ciò Fioretti non ci dice cosa ha proferito nei confronti del giocatore del Portici e in ogni caso anche se avesse veramente proferito un ingiuria a sfondo razziale credo sia sacrosanta e giusta la squalifica anche nel quantum. Perchè è proprio attraverso queste pene esemplari che si può contribure fattivamente ad eradicare quantomeno nel calcio fenomeni aberranti e offensivi dell'altrui persona come il razzismo. Insomma caro Fioretti apprezzabile e accettabile la tua excusatio ma la squalifica è giusto tu te la tenga ti potrà servire per rieducarti nel tuo prossimo futuro.
...

julianros80

11/01/19 00:55
Sembra ci sia il comunicato del Portici che scagiona il ragazzo. Io dico che è giusto che paghi ma cerchiamo di non criminalizzare un ragazzo che avrà certamente sbagliato ma non credo sia razzista. E poi si da sempre un'altra possibilità...
...

felicina.defazio@istruzione.it

11/01/19 01:17
La devo contraddire mio figlio è stato personalmente contattato dal giocatore del Portici e della società apprendendo la notizie dai media, essendo mortificati dell' accaduto dal momento che il giocatore nn si era sentito offeso ma è stato una reazione al fallo. Il tt ingigantito dal direttore di gara cercando una pubblicità mediatica. Comunque è in atto un ricorso, sperando che l'accaduto venga chiarito e che si prendano provvedimenti anche nei confronti di direttori di gara che cercano soltanto pubblicità mediatica ha discapito di giocatori di moralità eccellente.
...

neroazzurro

11/01/19 09:27
SE LA MAMMA DEL GIOCATORE FIORETTI HA RAGIONE C'E'BISOGNO APPROFONDIRE PER SAPERE CHE COSA HA DETTO IN REALTA' IL GIOCATORE CON DELLE TESTIMONIANZE DEGLI STESSI GIOCATORI, E SE QUELLO CHE DICE LA SIGNORA E VERO BISOGNA PRENDERE PROVVEDIMENTI ANCHE CON L'ARBITRO.
...

tm1999

11/01/19 18:34
la mamma che risponde per il figlio non si può leggere……….. capisco tutto, che non abbia detto niente, che le 10 giornate siano una stangata sproporzionata, che sia un bravo ragazzo,...….ma non la mamma che tira le parti suo figlio su un blog di tifosi/sportivi. cosi facendo non fa fare bella figura a suo figlio….sig.ra fioretti. poi con la mail della scuola aiahaiahaha!!!
...

forzacastro

11/01/19 20:14
È una macchia indelebile per il Castrovillari calcio, la frittata ormai è stata fatta. [glare]
...

julianros80

11/01/19 22:27
[quote=felicina.defazio@istruzione.it;117645]La devo contraddire mio figlio è stato personalmente contattato dal giocatore del Portici e della società apprendendo la notizie dai media, essendo mortificati dell' accaduto dal momento che il giocatore nn si era sentito offeso ma è stato una reazione al fallo. Il tt ingigantito dal direttore di gara cercando una pubblicità mediatica. Comunque è in atto un ricorso, sperando che l'accaduto venga chiarito e che si prendano provvedimenti anche nei confronti di direttori di gara che cercano soltanto pubblicità mediatica ha discapito di giocatori di moralità eccellente.[/quote] Gentilissima signora defazio pur non elencando i dettagli della questione spero abbia notato la mia difesa [forse sono stato l'unico]nei confronti di suo figlio che pur non conoscendolo sono certo non sia razzista. Però cara signora è giusto difendere i propri figli ma mettersi a puntualizzare su un sito potrebbe causare l'effetto contrario.
...

piluke

11/01/19 23:16
[quote=julianros80;117650][quote=felicina.defazio@istruzione.it;117645]La devo contraddire mio figlio è stato personalmente contattato dal giocatore del Portici e della società apprendendo la notizie dai media, essendo mortificati dell' accaduto dal momento che il giocatore nn si era sentito offeso ma è stato una reazione al fallo. Il tt ingigantito dal direttore di gara cercando una pubblicità mediatica. Comunque è in atto un ricorso, sperando che l'accaduto venga chiarito e che si prendano provvedimenti anche nei confronti di direttori di gara che cercano soltanto pubblicità mediatica ha discapito di giocatori di moralità eccellente.[/quote] Gentilissima signora defazio pur non elencando i dettagli della questione spero abbia notato la mia difesa [forse sono stato l'unico]nei confronti di suo figlio che pur non conoscendolo sono certo non sia razzista. Però cara signora è giusto difendere i propri figli ma mettersi a puntualizzare su un sito potrebbe causare l'effetto contrario.[/quote] Non solo ma non credo che il forum sia il luogo più adatto per difenderlo ma capisco la signora che vuol smontare la pubblicità mediatica negativa della quale si è contornata suo figlio ma soprattutto evitar il danno derivante dalla perdita ( ci auguriamo momentanea) del lavoro di suo figlio visto che il Castrovillari potrebbe chiedere la rescissione del contratto per giusta causa . Il problema non è tanto secondo me se Fioretti sia razzista o meno non è questo che importa al Castrovillari e di converso alla giustizia sportiva siamo tutti d'accordo che il ragazzo pur non conoscendolo non lo sia, ma il fatto che comunque abbia pronunciato le frasi razziste nei confronti del calciatore del Portici questo sì son frasi che come ben sappiamo sono inammissibili e giustamente non soltanto da un punto di vista etico ma anche e soprattutto da un punto di vista sportivo. A nulla vale lo sminuir la portata dell'offesa subita da parte del calciatore del Portici. Lo sport deve servire anche ad educare ad unire a viver in convivialità e fratellanza e non a dividere o peggio ad odiare e/o discriminare il prossimo qual'è il presupposto delle frasi razziste. Se hanno dato 10 giornate a Fioretti sicuramente qualcosa di grave avrà detto e poi per quale motivo occulto un arbitro si deve inventare una storia simile andando incontro e rischiando una querela in caso di falso per calunnia?[blink] In questi casi si farebbe più bella figura ad ammettere le proprie colpe e a chiedere scusa tutti possiamo sbagliare nella vita ci mancherebbe tutti abbiamo il diritto sbagliando ad esser perdonati l'umiltà nella vita è una virtù molto apprezzata[thumbup]
...

tm1999

12/01/19 10:15
[quote=piluke;117651][quote=julianros80;117650][quote=felicina.defazio@istruzione.it;117645]La devo contraddire mio figlio è stato personalmente contattato dal giocatore del Portici e della società apprendendo la notizie dai media, essendo mortificati dell' accaduto dal momento che il giocatore nn si era sentito offeso ma è stato una reazione al fallo. Il tt ingigantito dal direttore di gara cercando una pubblicità mediatica. Comunque è in atto un ricorso, sperando che l'accaduto venga chiarito e che si prendano provvedimenti anche nei confronti di direttori di gara che cercano soltanto pubblicità mediatica ha discapito di giocatori di moralità eccellente.[/quote] Gentilissima signora defazio pur non elencando i dettagli della questione spero abbia notato la mia difesa [forse sono stato l'unico]nei confronti di suo figlio che pur non conoscendolo sono certo non sia razzista. Però cara signora è giusto difendere i propri figli ma mettersi a puntualizzare su un sito potrebbe causare l'effetto contrario.[/quote] Non solo ma non credo che il forum sia il luogo più adatto per difenderlo ma capisco la signora che vuol smontare la pubblicità mediatica negativa della quale si è contornata suo figlio ma soprattutto evitar il danno derivante dalla perdita ( ci auguriamo momentanea) del lavoro di suo figlio visto che il Castrovillari potrebbe chiedere la rescissione del contratto per giusta causa . Il problema non è tanto secondo me se Fioretti sia razzista o meno non è questo che importa al Castrovillari e di converso alla giustizia sportiva siamo tutti d'accordo che il ragazzo pur non conoscendolo non lo sia, ma il fatto che comunque abbia pronunciato le frasi razziste nei confronti del calciatore del Portici questo sì son frasi che come ben sappiamo sono inammissibili e giustamente non soltanto da un punto di vista etico ma anche e soprattutto da un punto di vista sportivo. A nulla vale lo sminuir la portata dell'offesa subita da parte del calciatore del Portici. Lo sport deve servire anche ad educare ad unire a viver in convivialità e fratellanza e non a dividere o peggio ad odiare e/o discriminare il prossimo qual'è il presupposto delle frasi razziste. Se hanno dato 10 giornate a Fioretti sicuramente qualcosa di grave avrà detto e poi per quale motivo occulto un arbitro si deve inventare una storia simile andando incontro e rischiando una querela in caso di falso per diffamazione?[blink] In questi casi si farebbe più bella figura ad ammettere le proprie colpe e a chiedere scusa tutti possiamo sbagliare nella vita ci mancherebbe tutti abbiamo il diritto sbagliando ad esser perdonati l'umiltà nella vita è una virtù molto apprezzata la signora avrà anche ragione infatti il nero del portici afferma questo: https://magazinepragma.com/calcio/portici-comunicato-importante-della-societa/ il discorso è invece un altro : la mamma che difende il figlio........ma quando si diventa uomini a 50 anni??
...

felicina.defazio@istruzione.it

13/01/19 02:46
Se io ciò messa la mia persona su un sito sportivo prescindere se sono la mamma o meno io l'ho fatto e l'ho rifarei anche x qualsiasi persona dal momento che essendo una persona che lotta e ha lottato per uno sport sano / pulito fuori e dentro il rettangolo di gioco. Quindi nn mi parli di morale e nn sto qui a difendere mio figlio xchè lui si sa difendere da solo.. ma io lotto x dei principi xchè io ho vissuto dentro e fuori i rettangoli di giochi e ne ho visto sentenze negative di direttori di gare che sono messi in quei rettangoli di gioco senza avere delle giuste competenze. Ho visto fuori giochi inesistenti, rigori dati e nn dati quindi nn mi faccia la morale a me che mi sono presentata , avrei potuto nn farlo. Comunque siamo in una Italia democratica dove ognuno in qualsiasi forum si trova possa esprimere le proprie idee a prescindere da quale legame si è legati o vogliamo scaturire qualche altra pubblicità mediatica... la definisca Lei come chiamarla.... GRAZIE
...

piluke

13/01/19 13:47
[quote=felicina.defazio@istruzione.it;117653]Se io ciò messa la mia persona su un sito sportivo prescindere se sono la mamma o meno io l'ho fatto e l'ho rifarei anche x qualsiasi persona dal momento che essendo una persona che lotta e ha lottato per uno sport sano / pulito fuori e dentro il rettangolo di gioco. Quindi nn mi parli di morale e nn sto qui a difendere mio figlio xchè lui si sa difendere da solo.. ma io lotto x dei principi xchè io ho vissuto dentro e fuori i rettangoli di giochi e ne ho visto sentenze negative di direttori di gare che sono messi in quei rettangoli di gioco senza avere delle giuste competenze. Ho visto fuori giochi inesistenti, rigori dati e nn dati quindi nn mi faccia la morale a me che mi sono presentata , avrei potuto nn farlo. Comunque siamo in una Italia democratica dove ognuno in qualsiasi forum si trova possa esprimere le proprie idee a prescindere da quale legame si è legati o vogliamo scaturire qualche altra pubblicità mediatica... la definisca Lei come chiamarla.... GRAZIE[/quote] Buongiorno sig.ra Felicina, innazitutto mi consenta visto che è una neofita del forum mi preme farle notare che è buona regola (anche se non scritta) quotare il post al quale intende replicare in modo da far capir quale sia l'interlocutore al quale si rivolge e dargli la possibilità di replicare personalmente in merito. Fatta questa doverosa premessa mi perdoni ma io non le faccio la morale se la stessa è riferita a me , sto solo dicendo che nella vita chi sbaglia paga, e suo figlio visto che ha sbagliato deve pagare su questo nulla quaestio. Lo direi anche se fosse stato il mio migliore amico, questo perchè io personalmente (ma è il mio modo di vedere la vita per carità ma comunque proprio di molti per fortuna) non accetto a prescindere che nel 2019 ancora ci possano esser frasi e comportamenti discriminatori di origine razziale tra le altre lo ricordo condannate anche dalla nostra legge (Art.3 Cost.). Se poi aggiungiamo che ho amici e cari amici di colore capirà che indirettamente mi sento tirato in ballo e sento e capisco molto il disagio e la frustrazione che si può provare in questi casi. Detto ciò mi soffermerei soprattutto su una cosa....lei dice testualmente " [i]ma io lotto x dei principi xchè io ho vissuto dentro e fuori i rettangoli di giochi e ne ho visto sentenze negative di direttori di gare che sono messi in quei rettangoli di gioco senza avere delle giuste competenze. Ho visto fuori giochi inesistenti, rigori dati e nn dati quindi nn mi faccia la morale a me che mi sono presentata , avrei potuto nn farlo. "[/i] perfetto le credo sulla parola non conoscendola non so se il tutto corrisponda a realtà ma le credo lo stesso ci mancherebbe. Sta di fatto che lei paladina della giustizia sui campi di calcio si è iscritta a questo forum l'11 gennaio proprio il giorno in cui ha fatto il suo primo intervento in merito all'articolo redatto dalla Redazione di SR ....guarda caso no? Come mai non l'ha fatto anche in casi analoghi a quello di suo figlio ai quali è stato dato risalto anche sul forum in passato e che mi creda succedono e si succedono spesso sui campi di calcio dilettantistici e non, ultimo non ultimo quello di Koulibaly in Inter-.Napoli? Credo che la morale la stia facendo lei a noi in questo caso, diciamo la verità è stato tirato in ballo suo figlio lei è la madre, che per carità lo conosce meglio di tutti, sa che non è in fondo un razzista e si è iscritta proprio per difenderlo da accuse secondo lei ingiuste. Il suo intervento come il suo pensiero è legittimo e merita assoluto rispetto da parte mia e del forum non solo come madre ma come persona ha il diritto costituzionalmente sancito di esprimere la sua opinione ci mancherebbe, ma abbia pazienza suo figlio, e in questo converrà con me anche perchè il fatto e le frasi razziste sono alla luce del sole e inconfutabili, ha sbagliato e scuse encomiabili e clemenza a parte del calciatore del Portici deve in ogni caso pagare per il gesto fatto. Un gesto condannato moralmente dalla società ma soprattutto sportivamente da un punto di vista regolamentare non solo dalla giustizia sportiva dilettantistica ma altresì da quella professionistica (caso "Koulibaly docet) ma soprattutto dalla stessa società di militanza di suo figlio il Castrovillari che ha, come da espresso comunicato pubblicato su SR, condannato il gesto aspramente e pubblicamente se non erro come dai suoi stessi tifosi. Magari in questi casi più che tirare in ballo sempre gli arbitri e in ogni caso per episodi che nulla hanno a che fare con il fatto in sè (rigori fuorigiochi ecc.ecc.), che per carità sbagliano come tutti noi esseri umani (ma non mi sembra in tal caso anche perchè non ne vedo il motivo ripeto di calunniar nel caso il calciatore il rischio non sarebbe proporzionato all'intenzione) e condannarli a prescindere facciamo un pò di autocritica e sforziamoci di far un bel bagno di umilità e ammettere le nostre colpe sarebbero gesti ben più apprezzati e lodevoli di aprezzamento ai più, piuttosto che puntar ictu oculi ad una sterile quanto inconcepibile difesa che invece lascia il tempo che trova e che non rende merito alla sua e alla intelligenza di suo figlio che in fondo sà di aver sbagliato tant'è che lo ha ammesso e che per tali motivi è giusto si prenda la sua punizione sportiva. Il mio augurio è che Fioretti sconti la sua squalifica se si accerterà (come sembra) la gravità del fatto e la pena sia proporzionata nel quantum in sede di riesame al fatto ingiurioso e che poi torni sui campi di calcio come giusto che sia. Ognuno di noi ha il diritto di sbagliare e di esser rieducato ci stà, in fondo è questa la finalità della pena cioè rieducare, ma ci vogliono in questi come in altri casi pene esemplari per evitar nel 2109 di ritornar qui come sui media a parlare di un problema ancestrale come il globo terrestre ma che nel 2019 con la globalizzazione in essere non dovrebbe assolutamente sussistere, cioè il razzismo. Mio semplice e umile pensiero personale s'intende non condivisibile per carità ma assolutamente rispettabile. Cordiali saluti.

Inserisci qui il tuo commento


23/03/19 00:33 , di mario

Cittanovese - Locri


22/03/19 16:12 , di area51

Totodilettanti giornata 27


22/03/19 08:49 , di forzacastro

Bari - Castrovillari 3-1


1

salvatore vellone

3245
2

pulicara

2952
3

FIAMMA

2770
4

celia

2727
5

ralphcraine87

2723
6

amaranto

2690
TROIOLOBUS
copy center
edilsud