Stadioradio

L'arbitro non vede la testata ed il rosso lo estrae il mister. Ancora Fair Play questa volta in Sicilia

di REDAZIONE  | 11/10/2016 in " Prima Categoria "
1871 letture | 0 commenti | 0 voti

Ancora una bella storia di fair play arriva dal calcio dilettantistico.

 

Qualche settimana fa, avevamo dato conto di un gol “restituito” nella serie D marchigiana.

Oggi scendiamo in Prima Categoria ed andiamo in provincia di Messina.

Nell'ultimo turno si è tenuto un match molto sentito tra la Pro Falcone e il Furnari Portorosa.

 

Allo scoccare dell'80' la Pro Falcone è avanti e gli animi, come ogni derby che si rispetti (i due paesi sono contigui), si riscaldano. Angelo Siracusa (Furnari Portorosa) viene provocato da Andrea Furnari (Pro Falcone) e gli rifila una testata. L'arbitro non se ne accorge ed allora a prendersi la scena è Squatrito (allenatore del Furnari) che chiama il suo giocatore a se e condannando il gesto antisportivo decide di estrarre il cartellino rosso “dimenticato” dall'arbitro.

 

Squatrito a fine partita ha dichiarato che questi atteggiamenti vanno sempre puniti a prescindere dal risultato e da chi li commette. Il vero peccato in tutta questa storia è che l'arbitro della partita abbia espulso anche il mister per il suo ingresso in campo non autorizzato.

 

Apprezzamento per il gesto è stato espresso anche dall'allenatore della Pro Falcone, Girolamo Pino, che negli spogliatoi ha provato a spendersi per evitare al collega una ingiusta squalifica, inoltre pare che a breve metterà Di Natale fuori rosa per un gesto antisportivo.

 

Non c'è dubbio che siamo davanti ad una bella storia di calcio dilettantistico dove emerge in tutta la sua importanza il ruolo della guida tecnica che in queste categorie non può esimersi anche dal ruolo di guida morale.


Inserisci qui il tuo commento