Stadioradio

Rotonda-Locri 2-1. Una sconfitta di rigore per un volitivo "Cavallo Alato"

di Emilio Lupis  | 10/02/2019 in " Serie D gir. I "
1038 letture | 0 commenti | 0 voti

TABELLINO


ROTONDA: Oliva 8; Taccogna 6,5 (10’ st Tucci 7), Granata 6 (27’ st Pastore sv), Silletti 6.5, Nicolao 6; Chiavazzo 7, Valori 6 (10’ st Capristo 6,5), Marigliano 6; Talia 7 (16’ st Cocuzza 7), Flores 6,5, De Stefano 5.5 (1’ st Evacuo 7). All.: Baratto 7

LOCRI: Manno 7; Costabile 7 (34’ st Siano sv), Libri 6 (42’ st Baccillieri sv), Caruso 5, Russo 6; Carbone 5 (29’ st Trombino sv), Pagano 5,5, LaRosa 6(16’ st Amato 6); Condomitti 6,5 (42’ st De Marco sv), Strumbo 5.5, Pannitteri 7. A disp.:D’Apice, Bruzzese, Cosentini. All.:Pellicori 6

ARBITRO: De Capua di Nola

MARCATORI: 27’ pt Taccogna (L aut.); 31’ st Evacuo (R rig. ), 36’ st Cocuzza (R rig.)

NOTE: Al 36’ st espulso Pagano (L) per doppia ammonizione.

Ammoniti: Libri (L), Tucci (R ), Capristo (R ).
 

La nota positiva per il Locri arriva dal fatto che passa una nuova nuova giornata senza perdere la posizione in zona “bianca”. Quella negativa è che una prestazione assolutamente dignitosa e per certi versi oltre la sufficienza non basta a sbancare il “Vulcano” di Castelluccio, dove i padroni di casa con due rigori centrano tre punti vitali nella corsa salvezza. A fare la differenza la maestosa prova di Oliva, condita dalle imprecisioni di Caruso e Carbone.

 

I primi vagiti del match danno vedere un buon Rotonda capace di ottenere due angoli, ma il Locri è assolutamente ordinato e non corre troppi rischi. Detto degli angoli, su uno di questi Granata impatta ma manda fuori, il Locri reagisce con Pannitteri che offre palla a Caruso il quale dà a Carbone che prima cincischia e poi serve Condomitti che dal limite si allunga la sfera.

Al 22’ la prima manifestazione di sfortuna verso gli amaranto, punizione magistrale di Libri che sbatte sulla traversa, palla a Carbone e miracolo di Oliva. Al 27’ arriva il gol, Pannitteri ara la fascia destra e mette un cross che Taccogna spinge nella sua porta. L’1-0 galvanizza gli amaranto che attaccano ancora con Caruso, ma Oliva dice no. Al 42’ reazione lucana con Silletti che impatta di testa su corner ma non trova la porta. Da segnalare anche una bellissima parata di Manno su una punizione di Talia.

 

La ripresa a larghi tratti mostra un Locri molto volitivo, al minuto 11 Caruso si fa ipnotizzare da Oliva. Al 17’ è ancora l’uno lucano strepitoso su Carbone che ci prova dalla distanza. Da segnalare anche un miracolo di Oliva su Caruso e conseguente ribattuta di Pannitteri, nonché uno spreco di testa di Carbone su cross da destra di Pagano. Sembrerebbe, insomma, tutto sotto controllo ed invece al 31’ Evacuo e Flores finiscono a terra in simultanea e l’arbitro dà rigore. Dal dischetto Evacuo non sbaglia e fa 1-1. Poco dopo su discesa di Capristo, Pagano tocca in area in scivolata, ancora rigore, dal dischetto Cocuzza ed è 2-1. Le emozioni di fatto terminano qui e per gli amaranto cala la notte fonda, paradossalmente, in una partita dove sono stati molti di più i bagliori ed ora al netto del Bari, la situazione si fa pesantissima, causa un calendario molto complicato.
 


Tags : locri
fischiettomania

Inserisci qui il tuo commento


cormar
CHINDAMO
copy center
edilsud