Stadioradio

La Promosport vince, ma perde Viterbo

di Ferdinando Gaetano  | 03/04/2011 in " Promozione "
3735 letture | 0 commenti | 0 voti

PROMOSPORT LAMEZIA: Lucia, Morelli A., Stella, Palumbo, Viterbo (dal 36’ pt Gallo), Morabito (dal 17’ st Morelli F.), Fodero, Rende, Cerra, Tamburro (dal 34’ st Perciamontani), Mondello. In panchina: Tucci, Morelli M., Meraglia, Giampà. Allenatore: Morelli C.

SAN LUCIDO: Mirafiori, Longobardi, Leta, Cairo, Simonetti (dal 38’ st Chianello), Longo, De Luca, Amendola, Falcone (dal 9’ st Colombo), Chiappetta, De Rose (dal 15’ st Marchese). In panchina: Scarpelli, Gabriele, Salerno, Paletta. Allenatore: Carnevale

ARBITRO: Massara di Reggio Calabria (Spasari e Fiorentino di Soverato)

MARCATORI: 2’ st Tamburro rig., 48’ st Cerra, 50’ st Perciamontani

NOTE: Partita sospesa per una decina di minuti in seguito all’infortunio occorso a Viterbo. Espulsi, al 39’pt Chiappetta (S) ed al 48’pt Cairo (S) per gioco falloso; al 39’st Gallo (P) per doppia ammonizione Ammoniti: Morabito, Perciamontani e Cerra per la Promosport, Simonetti per il San Lucido. Angoli 8-3. Recupero: 3’ pt e 5’ st

Vittoria senza sorriso per la Promosport Lamezia visto l’infortunio occorso ad uno dei suoi giocatori più rappresentativi, vale a dire la colonna difensiva Leonardo Viterbo. A pochi minuti dal riposo, il forte difensore è infatti ricaduto a terra malamente dopo uno stacco aereo, con gioco sospeso per una decina di minuti. Trasportato in ospedale, a Viterbo, la cui stagione può dirsi già conclusasi, è stata diagnosticata la lesione del setto nasale, nonché un gomito lussato.
Una perdita non da poco in vista dei play-off ai quali i lametini con molta probabilità partiranno dalla terza o quarta posizione visto che la Paolana sulla carta non dovrebbe incontrare eccessivi problemi a superare, sul proprio campo, un Torretta già matematicamente salvo. Si profila, dunque, una doppia sfida tra Promosport ed Amantea per designare una delle due finaliste dei play-off del girone A di Promozione.
Tornando all’incontro giocatosi sul sintetico del “Rocco Riga”, il primo sussulto è di marca lametina con il tiro di Tamburro da posizione defilata bloccata in tuffo da Mirafiori. Al 9’ un lungo rilancio di Mirafiori è agganciato da De Luca sulla cui conclusione Lucia non si fa però sorprendere. Al 18’assist di Falcone per De Rose ma la retroguardia di casa ribatte. Poco dopo Cerra appoggia all’indietro per l’accorrente Mondello che non riesce ad imprimere la giusta forza al pallone, quindi tiro-cross di Fodero dalla destra preda dell’estremo difensore avversario. Un minuto dopo, Chiappetta mette al centro per il blando colpo di testa di De Luca che non crea problemi a Lucia. Al 31’ Mirafiori chiude lo specchio della porta ad un insidioso calcio piazzato di Tamburro. Passano pochi minuti e la gara vive momenti concitati. L’arbitro infatti ferma il gioco per consentire di soccorrere lo sfortunato Viterbo, infortunatosi seriamente nel ricadere a terra dopo uno scontro fortuito con un avversario. A gioco ripreso, e prima del riposo, il San Lucido rimedia addirittura due “rossi” diretti in seguito ai duri interventi di Chiappetta e Cairo.
In doppia inferiorità numerica, i frutti per la Promosport non tardano a maturare, così dopo appena due giri di lancetta Tamburro, lanciato in area, viene atterrato da Simonetti. Penalty che lo stesso bomber trasforma magistralmente per il suo quindicesimo centro stagionale. Al 13’ punizione di Colombo ma Lucia fa buona guardia. Al 21’ Mirafiori devia in corner una girata di Tamburro. Chi però pensa ad un San Lucido ormai inoffensivo, sbaglia considerato che dapprima un tiro di De Luca, da limite, centra la traversa, poi, al 39’ è invece il palo a respingere il calcio piazzato di Chianello. Due brividi che svegliano Morabito e compagni. Al 44’ Mirafiori respinge un’incursione di Perciamontani. Quindi, nei minuti di recupero, la squadra di mister Morelli mette il sigillo ai tre punti. Al 48’ Cerra, imbeccato dal giovane Rende, entra in area e libera un diagonale imparabile. A firmare il definitivo 3-0 è invece il da poco entrato Perciamontani.

Ferdinando Gaetano 


ADISS

Inserisci qui il tuo commento