Stadioradio

L'HinterReggio serve il poker!

di Nino Neri  | 19/10/2014 in " Serie D gir. I "
2809 letture | 0 commenti | 0 voti

Hinterreggio – Noto 4 – 0

Marcatori: Forgione al 19; Corso al 35, De Marco al 47; Gallon al 75

Hinterreggio; De Luca 6,5  Filidoro 6,5 ( Marra al 20 s.t.)  Maesano 6,5 Corso 7  ( Manganaro al 23 s.t.) Cianci 6,5 Papasidero 6,5 De Marco 7 Forgione 7 ( Compagno al 29 s.t) Gallon 7 Lavrendi 6,5 Favasuli 6,5

Noto; Ferla 5; Lentini 5 ( Landolina al 29; Tumino al 12 s.t.) Peluso 5 Salese 5 D’Angelo 5 Gona 5 Butera 5 ( Tumino L al 12 s.t.) Caci 5 Saani 5,5 Rizza 5 Colasante 5,5

Arbitro: Gentile di Serregno

Note; Giornate primaverile. Spettatori un centinaio circa

Villa San Giovanni: Le frasi di Francesco Ferraro allla viglia della partita contro il fanalino di coda Noto hanno avuto l’effetto  sperato: non suttovalutare il Noto affrontandolo come se fosse una pari in classifica. Il tecnico reggino, evidentemente aveva intravisto da parte della propria squadra dopo la terza affermazione di fila e l’incontro facile ( sulla carta e poi anche sul campo) il pericolo che nel suo spogliatoio potesse insinuarsi il tarlo  dell’arroganza di chi pensa di essere superiori a tutti. Invece la squadra ha reagito, dimostrando tuttoi il suo valore e ha confermato di aver mantenuta intatta la convinzione che la anima sin dall’inizio della stagione. Quattro zero al Noto con il risultato  messo a  sicuro dopo la mezz’ora. L’Hinterreggio aveva fretta di chiudere la partita per poterla  dedicare a Davide Leone, ( il portiere della Reggina operato alla testa  nei giorni scorsi) la causalità ha voluto che i primi due marcatori della squadra reggina siano stati proprio i due  ex compagni del settore giovanile amaranto Forgione e Corso. Lavrendi è salito in cattedra trascinandoi i compagni dall’inizio. L’Hinterreggio è ancora li ( a dispetto di chi lo voleva già morto) capace di fare sentire il fiato sul collo alla capolista ancora vittoriosa nei minuti  finali ad Agropoli rispondendo sul campo  con una prestazione assolutamente positiva. Vedere oggi giocare la squadra  reggina allenata da Ferraro è davvero uno spettacolo, infatti,   sembra che questi giocatori  abbiano il pallone telecomandato  tra i piedi  considerato che palla a terra  diventano irresistibili. Il Noto in evidente difficoltà, ha potuto tenere testa ai padroni di casa solo per pochi minuti duranti i  quali i calciatori siciliani  sono apparsi poocoi concreto sitto porta. Una  volta prese le misure l’Hinterreggio ha giocato a suo piacimento trovando  la prima marcatura con Forgione bravo a ribattere a rete una corta respinta della difesa ospite su incornata di Papasidero. Il raddoppio alla mezz’ora su magistrale punizione di Corso ( rientrava dopo un mese di stop) con una pennellata  fantastica da circda 25 metri. Per nulla sazia i padreini di acsa trivano il terzo gol con il giovanissimo De Marco bravo a sfruttare alla perfezione un calcio d’angolo. Da cineteca la quarta  marcatura con una azione tutta di prima partita da metrà campo grazio ad uno schema ben studiato in settimana che ha visto un traversone perfetto di Manganaro e la successiuva incornata altrettanto perfetta di Gallon arrivato così alla 5 marcatura  dopo sette giornate.            


m-impianti

Inserisci qui il tuo commento


tuttotrasf
ONZE
copy center