Stadioradio

Cosenza, solo un brodino con la Paganese. Illusorio vantaggio di Baclet, pari di De Santis

di redazione  | 05/03/2017 in " Professionisti "
2052 letture | 0 commenti | 0 voti

Finisce 1 a 1 il match del Cosenza che torna da Pagani con un pareggio, l’ennesimo, che comunque muove la classifica e permette ai rossoblu di rimanete in zona play-off. Succede tutto nel primo tempo: vantaggio di Baclet su corta respinta d Liverani, pareggio  di De Santis al 44′ con un diagonale di sinistro

PAGANI (SA) – Ancora un pareggio tra Paganese e Cosenza al Marcello Torre, il 4 consecutivo in Lega Pro, che alla fine permette alle due squadre di muovere la classifica, ma che fa certamente più comodo agli azzurrostellati in ottica salvezza che ai rossoblu chiamati a battere un colpo dopo le ultime prestazioni ma che devono nuovamente rinviare l’appuntamento con i 3 punti. Finisce 1 a 1 una partita tutto sommato gradevole e decisa nel primo tempo dalle reti di Baclet al 19′, bravo a recuperare una corta respinta di Liverani su gran tiro di Calamai dalla distanza e di De Santis, che trova il pari a 1′ minuto dall’intervallo con un preciso diagonale di sinistro che non da scampo a Perina. Le due squadre che si sono affrontate a viso aperto, anche se conti alla mano sono le occasioni create dal Cosenza a far pendere l’ago della sfida a favore degli uomini di mister De Angelis, tornati a schierarsi con il 4 2 3 1, che sopratutto negli ultimi 10 minuti della contesa hanno provato a chiudere la gara a loro favore provando a sfruttare la serie infinita di calci d’angolo battuti. Su uno di questi, a poco più di 10 minuti dalla fine, la palla buona è capitata sulla testa di Tedeschi ma la sua capocciata a colpo sicuro è uscita fuori di un niente. Con questo pareggio il Cosenza rimane comunque in zona play-off, grazie alle sconfitta interne del Catania, della Casertana a Reggio e al pareggio del Fondi, anche se i rossoblu sono stati superati in classifica da Siracusa e Andria entrambe vittoriose. 

da quicosenza.it


Tags : cosenza legapro

Inserisci qui il tuo commento