Stadioradio

Eccellenza una domenica di passione tra sogni di gloria e l'incubo retrocessione

di redazione  | 06/05/2022 in " Eccellenza "
1645 letture | 0 commenti | 0 voti

In quattro per cercare l’assalto al paradiso, in due nello scontro fratricida per evitare la caduta nell’inferno della Promozione. Il campionato è terminato domenica scorsa, ma l’Eccellenza regalerà ancora quattro partite da urlo, le due semifinali play off ed il play out previsti domenica 8 maggio e successivamente la finalissima play off.

Le quattro che puntano al piatto grosso saranno Reggiomediterranea, Paolana, Morrone ed Acri elencate in esatto ordine di classifica.

Favorita per questioni di classifica è la Reggiomediterranea, l’essere arrivati secondi per i ragazzi di Misiti può permettere di giocare entrambe le partite in caso di passaggio del turno in semifinale con due risultati su tre. Il primo avversario da battere per la squadra dello Stretto sarà l’Acri, è una partita non di facile lettura questa, perché se della Reggiomediterranea abbiamo parlato del vantaggio sui risultati a disposizione al quale aggiungiamo il fattore campo, per quanto riguarda i rossoneri ci sono due fattori da non sottovalutare, il primo riguarda l’entusiasmo per aver raggiunto l’obiettivo praticamente al 100’ dell’ultima giornata, inoltre questa è una squadra molto completa e probabilmente quella con i giocatori più esperti tra le contendenti, ma per tornare ai pregi in casa reggina c’è da fare i complimenti a mister Misiti per come ha ridisegnato la squadra dopo partenze importanti, al “Longhi Bovetto” sarà gara tutta da vivere.

Non da meno in tema di vibrazioni sarà la sfida tra Paolana e Morrone, squadre giovani, con allenatori giovani. Fanello ed Infusino hanno dimostrato con i fatti perché si parla bene di loro; la Paolana ha diversi over importanti, ma alcuni con problemi fisici e l’arma segreta potrebbe essere il feeling del mister con questo tipo di partite, i granata potranno fare molto male all’avversario se recupereranno la spensieratezza che li ha contraddistinti e se la vena di Trombino (34 gol) non si è esaurita in stagione regolare. Anche in questo caso è la squadra ospitante a poter giocare con due risultati a favore.

Se questa è la bagarre per chi sogna uno sbarco oltre il Pollino e lo Stretto, c’è chi sogna di mantenere la “serie A” regionale, il posto in Eccellenza in un derby tutto crotonese se lo contenderanno il Cotronei Caccuri e l’Isola CR. La formazione di Caligiuri ha dalla sua un attacco imporante, ma al contempo una difesa assolutamente fragile, in campionato domenica scorsa Basile e compagni hanno espugnato il S. Antonio 2-0, per l’Isola CR che ad un certo punto sembrava avesse altre ed alte aspettative la salvezza passa da un obbligo di vittoria che dovrà arrivare senza Covelli, ancora squalificato.

Qui le designazioni


Inserisci qui il tuo commento