Stadioradio

Cinismo azzurro, sprechi amaranto. Empoli-Reggina 3-2

di Emilio Lupis  | 26/09/2011 in " Professionisti "
3481 letture | 0 commenti | 0 voti

Gli azzurri padroni di casa da una parte per riscattare l'infernale inizio di campionato e salvare la panchina dell'ex Aglietti. Dall'altra gli ospiti amaranto a caccia dei 3 punti per proseguire il momento d'oro e portarsi a -1 dalle tre squadre al vertice. Questi i temi della partita del “Castellani” tra Empoli e Reggina che sarà diretta dal Sig. Giacomelli. Anche a Empoli come in tutti gli altri campi in cui si è giocato in questo turno, si osserverà 1' di silenzio in ricordo dei militari caduti ad Herat. L'inizio del match è tardato di qualche minuto, poiché in una zona di campo centrale, è presente una fossa, tappata poi con della sabbia, che poteva portare pericoli per l'incolumità dei calciatori. La partita inizia subito con un gol al 4' ed è l'Empoli a realizzarlo. Tavano liberatosi dalla pressione di Cosenza, quasi dal limite sinistro dell'area scocca un tiro respinto da Kovacsik su Saponara che di testa può realizzare il vantaggio per i padroni di casa. Al 6' è già 2-0. Il canovaccio è simile alla realizzazione precedente, Tavano resiste alla pressione del suo marcatore e da sinistra serve Signorelli che da circa 20 metri fulmina Kovacsik con una conclusione splendida sotto l'incrocio alla sinistra dell'incolpevole portiere amaranto. Ciò che è evidente da questo inizio è che la parte destra di campo della Reggina è troppo esposta alla classe di Tavano che in pochi minuti ha avuto due volte buon gioco per ispirare le reti toscane. La Reggina si fa vedere all'11' quando Missiroli per vie centrali riesce a servire Rizzato che abbozza un cross murato in corner da Mori. Al 16' bello scambio Signorelli-Tavano, ma De Rose sbroglia tutto e fa ripartire la Reggina che arriva in porta con Ceravolo splendidamente imbeccato da Missiroli ma la mira dell'attaccante di Locri non è buona. Al 18' Breda per provare a cambiare la situazione innesta Barillà per Rizzo nella speranza di alzare il tasso qualitativo del centrocampo e arginare Signorelli. Al 21' Missiroli imbecca Ceravolo che con uno scatto sulla sinistra raccoglie la palla e la mette in mezzo, Mori respinge e Barillà dalla distanza conclude timidamente. Al 22' ancora Reggina, Ficagna su passaggio di Rizzato si perde Ceravolo che riesce a saltare anche Mori, ma la palla sibila di poco sopra la traversa. Al 25' grande azione per gli amaranto sempre sull'asse Rizzato-Ceravolo con quest'ultimo messo davanti Pelagotti con un cross basso, ed è il solito Mori a sbrogliare la matassa. Al 32' brutto spreco di Rizzato, Emerson col contagiri serve Ceravolo che scarica su Rizzato senza che il centrocampista amaranto metta la giusta forza nel tiro che giunge docile tra le mani di Pelagotti. Poco dopo splendida girata nel cuore dell'area di Ceravolo servito da Bonazzoli, ma anche in questo caso la palla finisce alta. E' decisamente migliorata la Reggina complice anche una flessione evidente del centrocampo dell'Empoli che non riesce a filtrare. Al 37' Barillà defilato a sinistra, pesca in area Rizzato che per la quarta volta non riesce ad esultare. Al 40' la Reggina ha ancora di che recriminare, bella palla in mezzo di Emerson su punizione e Bonazzoli non ci mette la testa per insaccare. Il primo tempo si chiude con un'occasione per parte, prima Coralli manda fuori un buon cross di Coppola e sul ribaltamento di fronte Bonazzoli pescato al limite dell'area piccola indirizza verso la porta, ma Pelagotti è stato fenomenale nella risposta. Il secondo tempo vede una Reggina tambureggiante. Già al 47' si registra una bella girata di Bonazzoli dal limite con la palla che si spegne alta. Al 50' ci prova Barillà da lontano e la palla manca di poco lo specchio della porta. Al 57' fiammata dell'Empoli e 3-0. La Reggina perde palla a centrocampo, Tavano lanciato da Saponara, brucia Emerson e con una bella palombella elude l'uscita di Kovacsik mettendo in ghiaccio il match. Al 65' bellissima conclusione al volo di Signorelli sugli sviluppi di un corner con la palla che sibila vicino il palo sinistro di Kovacsik. Al 68' sugli sviluppi di un corner procurato da Bonazzoli che ha esaltato Pelagotti, Ceravolo servito da Ragusa scarica in porta ma il numero 1 di casa tocca quanto basta per alzare la sfera sulla traversa. Al 75' la difesa della Reggina nuovamente sul banco degli imputati. Coralli elude Emerson e innesca Saponara che da dentro l'area mette in mezzo con il numero 9 empolese che cade e Moro che cicca l'appuntamento con il gol. All'81' Campagnacci nel cuore dell'area salta l'uomo e tira una staffilata che innalza Pelagotti a uomo partita. All'87' finalmente è gol Campagnacci raccoglie una respinta difettosa della difesa empolese e serve una palla d'oro a Missiroli che non sbaglia. Al 93' addirittura raddoppiano gli amaranto. Sempre Campagnacci da sinistra calcia in porta, Pelagotti respinge e Ragusa ribadisce in rete. Al 94' Ceravolo spalle alla porta dalla lunetta dell'area di rigore manda di poco alto sulla traversa lasciando grande amarezza per le sbandate difensive e per gli sprechi della Reggina che esce sconfitta dal Castellani.

Tabellino

Empoli: Pelagotti, Ficagna (56' Tonelli), Mori, Stovini, Regini (88' Fatic), Coppola, Valdifiori, Signorelli (71' Moro), Saponara, Coralli, Tavano, All. Aglietti

Reggina: Kovacsik, Cosenza, Emerson, Marino (56' Ragusa), D'Alessandro, Rizzo (18' Barillà), De Rose (65' Campagnacci), Rizzato, Missiroli, Ceravolo, Bonazzoli, All. Breda

Marcatori: Saponara, Signorelli, Tavano (E), Missiroli, Ragusa (R)

Ammoniti: Barillà, De Rose, Cosenza (R)

Arbitro: Sig. Giacomelli


Tags : Reggina empoli
EGR

Inserisci qui il tuo commento


tuttotrasf
arcmateria
copy center