Stadioradio

L'Isola Capo Rizzuto non ci sta

di Redazione  | 03/02/2020 in " Eccellenza "
2716 letture | 6 commenti | 0 voti

L'Isola Capo Rizzuto non ci sta e si appella alla "Corte Sportiva d'Appello Territorial" impugnando la decisione del Giudice Sportivo che ha respinto il ricorso dei cotronesi sul Trebisacce, in cui veniva contesta la presunta posizione irregolare del calciatore Andrea Gianluca Pensabene. Secondo i legali dell'Isola Capo Rizzuto Pensabene, espulso nella gara Morrone - Trebisacce avrebbe dovuto, scontare la squalifica non alla prima gara disponibile (Trebisacce - Bovalinese) ma dopo la declaratoria del Giudice Sportivo.


fischiettomania

Commenti degli utenti

...

senzanome

03/02/20 10:40
Se l.isola insiste nel riproporre il ricorso probabilmente o c è un fondo di verità oppure hanno voglia di buttar soldi o destabilizzare l ambiente giallorosso alle prese con una difficile salvezza per ignoti motivi.

Mi sembra strano che il GS interpreti male il regolamento.

Ma se dovessero vincere il ricorso sarebbe dannoso sia per il trebisacce a quel punto prima iniziata alla retrocessione diretta sia per la Paolana perché domenica prossima a Paola verrà un isola molto più determinato di quanto non lo sia ora a vincere la partita.

Aspettiamo mercoledì vediamo che succede.....

Gruppo Storico Fedayn Paola

...

mario

03/02/20 11:08
Cose da pazzi!!

Troppe cose "strane" e situazioni avverse quest'anno per quanto riguarda la causa giallorossa, se dopo la decisione del Giudice Sportivo, il quale non ha fatto altro che applicare un regolamento CHIARISSIMO, si dovesse verificare che ad Isola hanno qualche "santo in paradiso" nelle alte sfere, consiglio vivamente all'ASD Trebisacce di ritirare la squadra dal campionato anzitempo, visto che, un colpo di mano simile, andrebbe ad inficiare i tanti sacrifici che una società calcistica porta avanti, mettendo a serio rischio la veridicità di un torneo

...

hellas

03/02/20 11:14
Non ne sentiremo la mancanza
...

amaranto

03/02/20 14:25
Postato in origine da: hellas
Non ne sentiremo la mancanza

Il problema non è che il Trebisacce ritiri la squadra. Si pone un serio dubbio sulla classe arbitrale e sulla Lega Calabra.

Anche contro il Locri quest'anno espulsioni a raffica e rigori (inesistenti) contro. Non capiscono che se il calcio dilettantistico diventa poco credibile la gente si allontana e le società con incassi di 200/300 Euro a domenica non possono far fronte alle varie incombenze.

...

mario

03/02/20 14:39
Postato in origine da: amaranto
Postato in origine da: hellas
Non ne sentiremo la mancanza

Il problema non è che il Trebisacce ritiri la squadra. Si pone un serio dubbio sulla classe arbitrale e sulla Lega Calabra.

Anche contro il Locri quest'anno espulsioni a raffica e rigori (inesistenti) contro. Non capiscono che se il calcio dilettantistico diventa poco credibile la gente si allontana e le società con incassi di 200/300 Euro a domenica non possono far fronte alle varie incombenze.

Infatti il senso del mio post era proprio questo...troppe cose strane quest'anno, anche se l'isola riceverà il secondo due di picche consecutivo e si metterà l'anima in pace, trovandosi con qualche soldo speso in più per gli avvocati e la seconda figuraccia agli occhi di una regione intera

...

piluke

03/02/20 16:20
Non capisco su cosa si fonda la richiesta dell isola ma soprattutto quali siano i presupposti di diritto sportivo che possano legittimare una tale pretesa da parte della società crotonese.

Il regolamento parla chiaro nei dilettanti un calciatore espulso dal campo salta automaticamente la giornata successiva senza la declaratoria di squalifica ufficiale da parte del giudice sportivo.

Per cui a meno di crear un pericolo precedente che sfiduci la competenza in materia del giudice sportivo di primo grado il ricorso sarà rigettato come giusto che sia.

Forza Paola

Inserisci qui il tuo commento


1

pulicara

2718
2

calamaro

2545
3

bruzzbcd

2407
4

lazzarone

2400
5

amaranto

2346
6

cinghiale

2341
ABAMED
ONZE
copy center