Stadioradio

Promozione A. Il pagellone di fine campionato. Cotronei da urlo, crollo Cariati

di Elio Libonati  | 03/05/2017 in " Promozione " articolo con foto
3732 letture | 0 commenti | 0 voti

Eccoci a dare le pagelle alle 16 protagoniste della stagione regolare del campionato di Promozione girone A

 

Cotronei 1994 10. Un campionato condotto sempre ai primissimi posti, con l'accelerata finale che non ha lasciato scampo alle avversarie. Un traguardo meritato anche ricordando l'ottimo campionato della stagione passata, alle costole delle corazzate Luzzese e Corigliano. I numeri parlano chiaro: ben 89 gol fatti ed una differenza reti di +65, contro il + 27 della seconda.

Amantea 8,5. Sicuramente vero che i tifosi e l'ambiente tutto ad un certo punto si aspettasse la promozione diretta. Nei momenti topici è mancata la continuità di risultati, soprattutto alla vigilia dello scontro diretto in casa col Cotronei che poteva essere decisivo ed invece è stato affrontato con la situazione ormai compromessa. Tutto sommato bella stagione, con la finale playoff conquistata senza passare dalla semifinale.

Olympic Acri 8. La squadra era competitiva ed in tanti la indicavano come una delle possibili sorprese, anche se per diversi mesi è mancata la scintilla. Poi, nel girone di ritorno, qualcosa è cambiata e la squadra ha trovato continuità di risultati conquistando un lusinghiero terzo posto. Ricordiamo che si tratta di una matricola, ed un risultato del genere è importante.

Silana 7. Ha condotto all'inizio il campionato e sembrava potesse essere l'annata giusta. Poi cambio in panchina dopo un periodo difficile e le cose comunque si sono parzialmente aggiustate. Certo, il quarto posto la pone in una situazione non facilissima, e per vincere i playoff serviranno due imprese esterne contro due squadre molto forti.

Aprigliano 8. Un grandissimo campionato per la matricola cosentina. Avrebbe dovuto lottare per la salvezza, ed invece si è trovata spesso a duellare per posizioni importanti, raggiungendo un quinto posto che non vale i playoff per il distacco dalla seconda, ma che sicuramente riempie di orgoglio la società ed i sostenitori di questi ragazzi terribili.

Belvedere 6. Da questa squadra ci saremmo aspettati sinceramente qualcosa in più. Non è mai riuscita a lottare per il primato sin dalle prime giornate. Ad un certo punto sembrava in grado di tornare in gioco per una buona posizione playoff ma non c'è stato nulla da fare.

Maida 7,5. Altra matricola terribile, per niente facile da affrontare ed in grado di disputare partite spettacolari, come dimostra il quarto posto nella classifica dei gol fatti, ma anche il quartultimo in quello dei gol subiti. Per essere il primo anno di Promozione questa società ha sicuramente fatto un ottimo lavoro.

San Fili 6. Difficile inquadrare il campionato della squadra cosentina. Sorprendente nel girone d'andata, quasi disastroso in quello di ritorno. Se pensiamo che a metà stagione lottava con Cotronei ed Amantea per il primo posto, i 28 punti di distacco dalla vincitrice suonano immensi. Complessivamente, però, posizione finale in linea con le aspettative degli addetti ai lavori.

Promosport 6. Ormai una veterana del campionato di Promozione. Disputa un'altra stagione a cavallo tra la zona alta e la metà della classifica chiudendo senza grossi patemi nè squilli. Comunque una realtà importante che si conferma in questa categoria.

Garibaldina 6,5. Bello scatto finale per conquistare la salvezza che era poi l'obiettivo stagionale. Una società che sta mettendo le radici in questa categoria dimostrando di saper ottenere traguardi senza grossi budget.

Filogaso 6. Anche quest'anno la formazione vibonese riesce ad ottenere abbastanza agevolmente la permanenza in questa difficile categoria. Campionato trascorso quasi tutto poco al di sopra della zona playout senza eccessivi patemi e con la giusta determinazione.

Juvenilia Roseto 6. Ad un certo punto si poteva pensare anche a qualcosa in più della semplice salvezza, ma la formazione ionica ha comunque disputato la sua onesta stagione senza particolari squilli. Solo due punti in meno rispetto alla passata stagione in cui però finì ottava e non dodicesima come quest'anno.

Botricello 6. Premiamo il bellissimo finale di stagione con il playout da giocare in casa conquistato al fotofinish. Per molti mesi la squadra è stata a serio rischio retrocessione diretta, con diversi problemi ed un cambio di guida tecnica con De Mare che è subentrato a Caligiuri.

Brutium Cosenza 5,5. Al contrario del Botricello pesa molto il finale con il sorpasso subito proprio all'ultima giornata. Questo costa alla formazione bruzia il dover giocare in trasferta il playout con l'obbligo di dover vincere a Botricello.

Marina di Catanzaro 5. Il budget di questa squadra era molto basso e pertanto non era difficile pronosticare una retrocessione. Tuttavia, dopo l'arrivo di mister Sestito, un sussulto c'è stato e ad un certo punto il Marina ha messo paura alle altre squadre. Non era facile però centrare l'obiettivo e la retrocessione è stata inevitabile.

Cariati 4. Eravamo stati criticati per il voto basso nel girone d'andata. Beh, forse ci avevamo visto giusto, avevamo capito che qualcosa non andava nel verso giusto nella compagine ionica. Retrocessione diretta con ultimo posto in classifica contro il quinto posto della passata stagione. Peccato per una tifoseria che meriterebbe altri palcoscenici.

 

Qui tutti i verdetti della stagione

N.B. Le squadre sono incolonnate in ordine di classifica finale e non di voti.

 

 

 

 

 


ADISS

Inserisci qui il tuo commento


ABAMED
arcmateria
copy center