Stadioradio

Brutium Cosenza. No al calcio senza tifosi

di Redazione  | 03/05/2020 in " Prima Categoria "
548 letture | 0 commenti | 0 voti

Riceviamo e pubblichiamo

Il calcio è da sempre considerato lo sport nazional-popolare per eccellenza. Il calcio vive della passione dei suoi tifosi. Per questo, a nostro parere, i campionati dilettantistici non dovrebbero iniziare senza il pubblico. Si potrebbe pensare di riprendere quando ci saranno cure certe o un vaccino anti covid19, anche se questo potrebbe far slittare tutto a gennaio-febbraio 2021, oppure riiniziare a settembre 2020 diminuendo le capienze delle tribune di 1/3, in modo da tenere il distanziamento di un metro.

Ci rendiamo conto che questa seconda ipotesi aumenterebbe il lavoro delle società in termini di controlli degli ingressi nei settori, che saranno concessi solo con l'obbligo di indossare mascherine, guanti ed eventuali altri dispositivi di protezione, ma il problema sarebbe risolvibile destinando accrediti unicamente ai dirigenti della squadra ospite e alla stampa e distribuendo i biglietti disponibili in sola prevendita in modo da avere ben chiaro l'afflusso di pubblico.

Non vogliamo tornare in campo senza i nostri sostenitori sugli spalti ma siamo consapevoli che la priorità è salvaguardare la salute di tutti, ci auguriamo pertanto che si possa trovare la soluzione migliore.

IL CALCIO È DEI TIFOSI
UN ALTRO CALCIO E' POSSIBILE
BRUTIUM COSENZA


fischiettomania

Inserisci qui il tuo commento


ABAMED
ONZE
copy center